venerdì 29 febbraio 2008

Sanremo: La Catastrofe

Oh povero Pippo. Oh povero Baudo. Oh povero Baudo. Oh povero Pippo.
Siamo giunti al quinto giorno di quella che verrà ricordata come una seconda guerra dei 6 giorni più che una 58° edizione del Festival della Canzone Italiana.
Ieri sera c'è stata la terza puntata: dopo l'emorragia di ascolti della seconda, stavolta la situazione si è stabilizzata... è ancora a bassa quota ma almeno non è precipitata.
I titoli che si susseguono stamattina sono terribili: "La Berté ammanettata in scena: Sanremo come un reality trash", "Fini contro Baudo: se la prenda con se stesso", "Briatore: Sanremo tutti contro tutti", "Al 'DopoFestival' lite tra Frankie Hi Nrg e Tiromancino", "Baudo ha la febbre: non terrà la conferenza stampa", e simili. [non chiedetemi cosa c'entrino Fini e Briatore con Sanremo...]
Insomma una catastrofe.
Ieri poi la diretta è durata fino all'1.20, con il Dopofestival slittato verso l'impossibile, tanto che alle 2.00 me ne sono andato. E mi sono perso la lite fra Frankie HI NRG mc e Zampaglione, che in questi giorni mi è stato non poco sugli zampaglioni, fra parentesi.


E dire che ieri era la serata dei duetti, e qualche perla musicale ne è uscita: uno su tutti Max Gazzè accompagnato da Paola Turci e Marina Rei (quelli nella foto), che hanno decisamente arricchito la già ottima canzone. Degni di menzione anche Gaetano Curreri con Fabrizio Moro, la cantante brasiliana Gal Costa con Sergio Cammariere, i redivivi Neri per caso (gruppo di cui ho sempre voluto far parte) con Mietta, e addirittura Michael Bolton con Anna Tatangelo (la canzone è quello che è, ma... MICHAEL BOLTON! che spreco... e taciamo su Gigi D'Alessio in prima fila, insieme alle professioniste che bazzicano in Rai... d'altronde si sa che lavorare a viale Mazzini è il mestiere più antico del mondo). Poi c'è stata la scenetta pseudopoetica del mago Forrest con Tricarico, la cui canzone è bellissima ma dannazione quanto stona...
E della tizia che accompagnava i Finley ne vogliamo parlare? Si capisce che ha una buona voce, ma non ha avuto modo di esprimersi davvero... speriamo che spopoli in Italia così potremo conoscere meglio le sue doti. Se ci aggiungiamo che si è presentata in giropassera, poi...
Al di là di questa manciata di bei duetti, il Festival purtroppo è stato la solita noia, perpetrata fino a notte fonda, con sommo gaudio di chi si era collegato solo per vedere Elio e le storie tese al Dopofestival.
Beh, ho sentito queste canzoncine ben DUE volte, posso fare la mia classifica:
  • MAX GAZZE’ Il solito sesso
  • TRICARICO Vita tranquilla
  • SERGIO CAMMARIERE L’amore non si spiega
  • GIO’ DI TONNO & LOLA PONCE Colpo di fulmine
  • PAOLO MENEGUZZI Grande
  • MIETTA Baciami adesso
  • MARIO VENUTI A ferro e fuoco
  • GIANLUCA GRIGNANI Cammina nel sole
  • FABRIZIO MORO Eppure mi hai cambiato la vita
  • ANNA TATANGELO Il mio amico
  • MICHELE ZARRILLO L’ultimo film insieme
  • TOTO CUTUGNO Un falco chiuso in gabbia
  • AMEDEO MINGHI Cammina cammina
  • FINLEY Ricordi
  • LITTLE TONY Non finisce qui
Squalificati (per me):
  • TIROMANCINO Il rubacuori
  • EUGENIO BENNATO Grande sud
  • L’AURA Basta!
  • FRANKIE HI NRG Rivoluzione
Devo specificare delle cose:
- il mio odio per Paolo Meneguzzi è risaputo. Devo però considerare che la sua canzone è scritta da Gatto Panceri, e c'è un passaggio che mi è piaciuto e che lo fa balzare nella parte alta della mia classifica. E poi è fischiettabile, e a Sanremo il fischiettìo è sovrano.
- discorso simile per il brano della bella e la bestia, ovvero gli ex Quasimodo e Esmeralda cocciantiani, ovvero il pescarese Giò di Tonno e l'argentina Lola Ponce: il loro brano è scritto da Gianna Nannini, quindi è identico alle sue canzoni (una su tutte: "Sei nell'anima", l'inizio del ritornello è praticamente lo stesso). Però Gianna Nannini la adoro, e la bella e la bestia (soprattutto la bestia) hanno una gran voce, e poi sono la classica coppia sanremese... insomma, gli eredi del trottolino amoroso.
- da Grignani mi aspettavo di più
- da Zarrillo pure
- da Little Tony mi aspettavo di meno, ma è comunque in fondo alla classifica
- Tiromancino e L'aura mi stanno sulle palle
- Frankie HI NRG è comunista
- quella di Bennato è brutta.

Nessun commento: