venerdì 30 gennaio 2009

I racconti del Vascello Nero

Una delle cose che mi intriga di più del venturo Watchmen cinematografico è l'allegato direct-to-video I racconti del Vascello Nero. E non posso non sbavare per la cover del Blu-ray appena pubblicata:Nel disco pare sia incluso anche Sotto la maschera ("Under the Hood"), un inserto testuale che si alternava ai primi capitoli del fumetto originale.
Il film arriva il 6 marzo in contemporanea mondiale, mentre il DVD/BD del Vascello Nero arriva il 24 marzo (speriamo anche in Italia).

Il mio precedente tributo a Watchmen.

lunedì 26 gennaio 2009

Mina?

http://www.agi.it/ultime-notizie-page/200901261534-spe-rom1108-art.html

Forse intendevano Minà, come nella gag della trasmissione radiofonica del 19 gennaio?

No perché io non mi fido. Cioè... non so se ci rendiamo conto... LEI non è andata da Renato Zero, da Fiorello, da Baudo, dalla Carrà... e ora mi va da Bonolis?

...
...
...

Rimane, comunque, ancora un mistero, se Mina aprira' a Sanremo o in clip registrato, vero e' che oltre alla sua voce ci sara' pure la sua immagine.
Aaaaaaaaaaaaaah! Aaaaaaaaaaaaaaah! Mo' ho capito...
ma vaff...

domenica 25 gennaio 2009

1234567890

Ma tu guarda...
Stavo cercando il timestamp UNIX di qualche minuto fa, e mi viene fuori questo: 1232903520.
Allorché notai che iniziava con le buffissime cifre 1 2 3.
Poffarbacco! Ma allora vuoi vedere che siamo vicini al fatidico timestamp 1234567890? Dopo un rapido calcolo mentale, viene fuori che sì, siamo vicinissimi al sì progressivo timestamp, che arriverà alle 17.30 del 13 febbraio 2009, e che c'è qualcuno che già da tempo si sta preparando a festeggiarlo!
Quindi passiamo il prossimo milione e mezzo di secondi a pensare qualcosa di buffo per celebrare l'1234567890day!!!

giovedì 22 gennaio 2009

Nomination Day

Che settimanina...

Alla maniera del Beato Porco sono a Roma, sul mio letto, in pigiama, guardando Coming Soon Television grazie al decoder digitale terrestre comprato all'uopo proprio ierisera, in attesa che cominci l'annuncio delle nomination agli Oscar, fra pochi minuti.

Prima di ciò mi sono sbafato tre episodi di serie TV (Fringe, The Big Bang Theory e la nuovissima serie United States of Tara, prodotta da Steven Spielberg e Diablo Cody), e ho messo a "friggere" i nuovi episodi della quinta stagione di Lost.

Prima di tutto questo mi sono letto tutto d'un fiato una bella autobiografia a fumetti: Io & Freddie, di Mike Dawson.

E ieri sera mi sono risentito il podcast della trasmissione radiofonica di Paolo Bonolis e Luca Laurenti "America me senti", propedeutica alla 59° edizione del Festival di Sanremo.

Ma la diretta degli Oscar sta iniziando, devo lasciarvi...

lunedì 12 gennaio 2009

L'evento De André

L'evento lo fa l'ospite. Nessuno lo ammette, ma è così. E' un po' triste, perché basta mettere qualche nome famoso e automaticamente lo show diventa evento, indipendentemente (quasi) dalla scrittura dello show, dalla preparazione, ecc...

Se a Sanremo metti Little Tony, Al Bano, eccetera, diventa tutto una merda. Se su Raitre metti Dalla, Nannini, Vecchioni, Battiato, la PFM, Antonella Ruggiero, Bocelli, Capossela, Jovanotti, Piovani, Finardi, Bersani, Pelù, Bennato, Tiziano Ferro e Fossati allora fai 5 milioni di spettatori (che su Raitre li raggiunge solo Ballarò quando telefona Berlusconi).
Bravi artisti che cantano canzoni che sono il picco di qualità della musica italiana contemporanea, roba che in tv e in radio ormai non si sente più, mescolati a tanta retorica che mi rendo conto fosse inevitabile per gli organizzatori. Per me era evitabile, dato che a commuovermi ci ha pensato la musica di De André, e l'abissale contrasto con la musica(ccia) di oggi fa male.
Per chi non l'avesse visto e volesse andarsi a cercare gli spezzoni su YouTube, qui c'è la scaletta del concerto.

Poi ci sono stati certi momenti di un'emozione indescrivibile, la cui portata io posso solo intuire a causa della mia giovane età: la PFM, Nicola Piovani, Spoon River, Fernanda Pivano, Cristiano De André: la Storia della musica, dell'italia, della letteratura lì sotto i miei occhi, su Raitre. Non riesco a concepire che Nicola Piovani, alla mia età, abbia scritto quell'album miracoloso, capolavoro, che è Non al denaro, non all'amore né al cielo. Non riesco ancora a capacitarmi dell'aura mitologica che circonda Fernanda Pivano e la sua vita, intrecciata con il momento più alto della storia della letteratura americana e contemporaneamente di quello della letteratura e della musica italiana. Non riesco a capacitarmi di quanto la voce e la presenza di Cristiano De André siano simili a quelle del padre Fabrizio, e di quanto significhi l'esecuzione di quella canzone, "Creuza de mä", lì nel porto di Genova e con il suo co-autore Mauro Pagani.

A corredo di ciò voglio segnalare tre opere che adoro e che ieri sera mi sono state spesso ricordate da questo splendido concerto:

il "remake" realizzato da Morgan dell'omonimo album di De André.

La registrazione della serata in memoria di Fabrizio De André, che è la versione estesa di quello che si è voluto rifare ieri in TV in occasione del decimo anniversario dalla sua morte.

Fernanda Pivano: a farewell to beat (2002)
Bellissimo documentario di Luca Facchini sulla storia di Fernanda Pivano e la sua vita da Beat in America, quando era amica di Hemingway e mentore degli attuali scrittori della beat generation come Lawrence Ferlinghetti e Bret Easton Ellis. Il dvd non è più in commercio ma dovrebbe essere ristampato entro quest'anno, speriamo. Io lo registrai sul canale satellitare Cult, dove ogni tanto lo passano ancora.

mercoledì 7 gennaio 2009

Megaminiseries

Ecco un elenco di meraviglie, miniserie per la televisione (in gran parte dalla HBO, tranne un paio) e vincitrici di premi Emmy e Golden Globes.
Prendetela come una wish-list :)

Dalla Terra alla Luna (1998)

Dvd-store: 64,90 €
Play.com: 25,49 €
Miniserie HBO in 12 episodi sulla storia delle missioni spaziali Apollo, prodotta da Steven Spielberg e Tom Hanks.

The Corner (2000)

Play.com (Region 1): 19,70 €
Miniserie HBO in 6 episodi su una famiglia povera di Baltimora alle prese con lo spaccio di droga.

Band of Brothers (2002)

Dvd-store: 99,90 €
Play.com: 47,49 €
Miniserie HBO in 10 episodi sulla storia di una compagnia di soldati paracadutisti americani in Francia durante la Seconda Guerra Mondiale. Prodotta da Steven Spielberg e Tom Hanks.

Taken (2003)

Dvd-store: 59,90 €
Amazon.co.uk (usato): 28,29 £
Miniserie Sci-Fi in 10 episodi su varie generazioni di una famiglia che ha a che fare con un alieno. Prodotta da Steven Spielberg.

Angels in America (2004)

Dvd-store: 20,90 €
Play.com: 9,90 €
Miniserie HBO in 4 episodi sui problemi della comunità omosessuale durante i primi anni della diffusione dell'AIDS. Cast stellare: Al Pacino, Meryl Streep, Emma Thompson, e altri.

Empire Falls - Le cascate del cuore (2005)

Play.com (Region 1): 5,34 €
Miniserie HBO in 2 episodi sulla vita in una cittadina americana. Cast stellare: Paul Newman, Philip Seymour Hoffman, Ed Harris, Helen Hunt.

Into the West (2006)

Play.com (Region 1): 23,61 €
Miniserie TNT in 6 episodi su due famiglie del West americano, una bianca e una indiana, prodotta da Steven Spielberg.

Elizabeth I (2006)

Dvd-store: 17,90 €
Miniserie HBO/Channel 4 in 2 episodi sugli ultimi 25 anni di regno della regina Elisabetta I d'Inghilterra (fine XVI secolo). Con Helen Mirren e Jeremy Irons.

Bury My Heart at Wounded Knee (2007)

Play.com: 6,99 €
Film TV HBO di 137 minuti su una famiglia di indiani d'America e la loro storia alla fine del Novecento.

John Adams (2008)

Play.com: 40,49 €
Miniserie HBO in 7 episodi sulla storia dell'indipendenza degli Stati Uniti d'America vista con gli occhi di John Adams, il secondo Presidente. Prodotto da Tom Hanks, interpretato da Paul Giamatti, Laura Linney, Tom Wilkinson.

Quanto sbavo... il Blu-ray di Band of Brothers sarà mio al più presto (fralaltro l'edizione inglese, che costa la metà di quella italiana, ha anche l'audio italiano!). Così come John Adams e qualcuna di quelle che costano meno di 10 euro. Però le voglio tutte ;_;

In Italia invece fanno Miacarabefana.it e Artemisia Sanchez... che schifo...
No, vabè, c'è pure da citare qualche ottimo film TV, tipo Paolo Borsellino o Karol - Un uomo diventato Papa [le ho già entrambe in DVD], o altre che non ho visto ma che mi dicono essere ottime, come Perlasca - Un eroe italiano.

Viva le miniserie!