giovedì 2 aprile 2009

Ne ho viste... lacrime... di morire.

Curioso come in italiano sia diventata celebre la frase iniziale di questo monologo ("Io ne ho viste cose..."), mentre nella verisone originale le parole memorabili sono quelle finali ("...come lacrime nella pioggia.". In realtà il vero finale è "E' tempo di morire" ma meglio le lacrime, ne converrete).
Forse se ne è già discusso da anni, ma io son piiiiccolo e ci rifletto solo ora. Tutto il monologo è fantastico, ma la chiosa è di una bellezza sovrumana.

Versione originale di Rutger Hauer:


Versione italiana di Sandro Iovine (alias Montgomery Burns):


Blade Runner è un capolavoro sotto ogni angolazione. Quindi anche la colonna sonora, magnifica. Ce n'è una versione 3 CD contenente musiche non inserite nella colonna sonora originale, oltre a nuovi brani inediti sempre di Vangelis (autore della colonna sonora originale) ispirati al film. Ce n'è un assaggio qui (altro che assaggio... tutti e tre i CD integralmente)

Nota:
A chi qualche commento fa mi suggeriva StreamingSoundtracks nei commenti di qualche post fa, ricambio con MusicMe.fr
In SST è abbastanza fastidiosa quella cosa delle code, anche se comunque è un esperimento interessante che non conoscevo.

3 commenti:

Elena ha detto...

Hmm, très très interessant, ma sono pigra e preferisco sentire i brani proposti da altri, altrimenti finirei per ascoltare solo musica simile a quella che già conosco (come last.fm).

Intanto a SST mi sono appena iscritta :P

Xa

Elikrotupos ha detto...

a parte che ho capito solo ora che questa ignota Elena altro non era che... Xa!

Comunque sì, in quel senso SST ha una funzione, ma se voglio sentire quello che dico io è abbastanza scomodo.

Elena ha detto...

Ma infatti hanno due scopi diversi, dipende da cosa cerchi. A me basta un bel sottofondo :)

PS: se continui a tenere disattivata l'opzione nome/url ci credo che non capisci chi scrive! :P

Xa