mercoledì 27 maggio 2009

I Pini di Roma...

...o almeno quelli di Tor Vergata.

Stamattina mi sono affacciato al balcone e ci sono stato qualche minuto, aspettando che calasse dal cielo la voglia di studiare (che mi era indispensabile in vista di un certo test di analisi di Fourier, domani). Mi sono ritrovato a riflettere su quanto fastidio danno gli uccellini la mattina, su quanto scagazzano sul balcone dove quindi non posso appoggiarmi, su quelle strane cose che crescono sugli alberi di fronte... cosa sono? Pigne?! Ma allora... gli alberi sono pini! I famosi Pini di Roma, eccoli qui! L'entusiasmo si smorza al pensiero della resina (o qualunque cosa sia) che mi stanno colando sulla macchina nuova, che per la prima volta ho portato a Roma.

Ma dai miei problemi mondani l'attenzione si è distolta quando ho notato che alberi non v'erano solo nel cortile di fronte al mio, ma disseminati bensì in tutte le strade vicine. Ho pensato allora all'anidride carbonica che trasformano in ossigeno, e che l'aria che respiro qui non è poi così malata grazie a tutti questi alberi (nonostante alla sera si veda la cappa grigiastra di zozzeria che sovrasta l'Urbe). Ho pensato che questa periferia fa veramente schifo ar maiale (espressione che ho imparato qui), ma in compenso ci sono queste macchioline di verde, che ho cerchiato in verde nella foto gentilmente concessa da Google Maps, mentre il quadrato in giallo è dove abito io.

[Per la cronaca, è talmente periferia che non ci arriva nemmeno Google Street.]

1 commento:

valentina ha detto...

A me piacciono gli uccellini cinguettanti al mattino! :D

(in bocca al lupo per il test)