martedì 14 luglio 2009

Venezia val bene una messe (di libri e dvd)?

Pare di no, almeno secondo le logiche astruse della mia mente.
Stavo mettendo da parte qualche soldino (400 euro) per andare alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, a settembre, dove venivano premiati i miei beniamini John Lasseter e gli altri registi della Pixar.
Poi la situazione è degenerata, e è andata a finire che a Venezia non ci vado più. Ero arrivato a raccogliere 200 euro. Li ho spesi tutti nel giro di due settimane, nella migliore tradizione degli Acquisti Folli™. Quello che segue è l'elenco delle delizie che valgon bene il perdersi l'evento storico della Pixar premiata alla Mostra di Venezia:

FUMETTI
LIBRI
  • I frutti dimenticati, di Cristiano Cavina, nominato al premio Strega e squalificato alla prima fase, con 8 voti su 400 e rotti, ultimo posto. Ma era quello che mi aveva intrigato di più fra i candidati, e alla fine è stato l'unico che ho comprato, per ora. Pagato zero euro grazie a un provvidenziale 3x2. I due che ho pagato sono i seguenti.
  • La strada, di Cormac McCarthy, autore che mi dicono andare per la maggiore di questi tempi, non so se da prima o in seguito al film (vincitore di 4 premi Oscar) che i fratelli Coen hanno tratto dal suo precedente libro Non è un paese per vecchi. Io l'ho comprato perché anche da questo libro se ne sta per trarre un film, The Road, in uscita a fine anno, con protagonista Viggo Mortensen. Questo libro, vincitore del premio Pulitzer nel 2006, parla di un padre e di un viaggio. Potevo ignorarlo? No.
  • Viaggio di un naturalista intorno al mondo, di Charles Darwin. Poi non ho più fatto quella maratona dedicata a Darwin in onore del suo duecentesimo compleanno. In compenso mi ha incuriosito questo suo resoconto della spedizione cartografica a cui partecipò nel 1831 che lo portò a scoprire tutto quello che ha scoperto, e a cambiare il mondo.
  • L'enigma dei numeri primi, di Marcus Du Sautoy. Regalo di mio padre, comprato in aeroporto. E' la prima volta che mi regala un libro che non vedo l'ora di leggere.
FILM
  • Coraline e la porta magica, di Henry Selick, tratto dal romanzo per ragazzi di Neil Gaiman (semper lù). Sono andato a vederlo al cinema, non in 3D (e la cosa non mi tange minimamente). Ottimo film d'animazione in stop-motion, unico degno concorrente di Disney e Pixar.
  • Il curioso caso di Benjamin Button, di David Fincher, in una fantasmagorica edizione doppio disco Blu-ray. Il film in HD è magnifico, e le quasi tre ore e mezza di extra sono le più complete che si possano desiderare. Solo tre Oscar, tecnici... dovette soccombere all'onda inarrestabile di...
  • The Millionaire, di Danny Boyle, vincitore di 8 non troppo meritati Oscar. Ho comprato l'edizione deluxe in DVD, contenente anche il CD della colonna sonora di A. R. Rahman e il libretto con la sceneggiatura di Simon Beaufoy.
  • Il grande cinema di Clint Eastwood, collezione in dvd di film diretti e/o interpretati dall'enorme Clint. Ho saltato i primi due numeri, che già ho, e ho preso i successivi Fuga da Alcatraz e Dove osano le aquile. E oggi esce il nuovo numero, e andrò a prenderlo, così come i successivi venticinque numeri, ogni martedì fino al gennaio prossimo.
  • The Prestige, di Christopher Nolan. Coincidenza vuole che sia andato in onda proprio ieri in prima tv su Canale 5, ma io ho ordinato il Blu-ray tre giorni fa ed è arrivato oggi (che tempestività inaudita!). Un film meraviglioso, che va assolutamente goduto al cinema (per chi ha potuto, nel Natale del 2006... io, con tutta la buona volontà, me lo persi) o in alta definizione.
  • Zodiac, di David Fincher. Appena ho goduto delle meraviglie del suddetto Blu-ray di Benjamin Button ho subito ordinato l'edizione doppio disco (inglese) in Blu-ray della Director's Cut di Zodiac, altro grande film di Fincher con l'altrettanto grande attore Robert Downey, Jr. (e mi pare che io lo conobbi proprio con questo film).
  • Incontri ravvicinati del terzo tipo, di Steven Spielberg. Saranno due anni che è uscito il Blu-ray (in occasione del 30° anniversario) e non l'avevo ancora comprato a causa dell'alto prezzo. Adesso è sceso a 19,90 €, e finalmente ce l'ho in mano. Ora ho TUTTI i Blu-ray di Spielberg (cioè Indiana Jones 4 e questo...)
TECH
  • Switch HDMI 3x1... eh sì, adesso ho talmente tante robe in alta definizione (Sky HD e PlayStation 3) che non mi basta l'unica entrata HDMI del mio televisore, e ho dovuto comprare uno switch.
  • BENNO mobile TV con rotelle, da Ikea (ormai sono un cliente fisso). Come sopra, ho talmente tanti lettori e decoder che ci ho comprato l'apposito mobiletto, che ora fa la sua porca figura in soggiorno e su cui mi sono già sbafato una quantità di film e telefilm (leggasi Lost su Fox HD)

Ora, onestamente, se voi doveste scegliere, a parità di spesa, fra il passare una settimana a Venezia durante la Mostra o comprare tutta la roba suddetta (e avanzano anche 200 euro), che scegliereste?
Io Venezia. That's why I'm blue... oltre che per i Blu-ray.

7 commenti:

Elena ha detto...

Posso dirlo? Ultimamente anch'io sto facendo spese folli in concerti vari, cd e dvd, però so che posso farlo perché tra poco finalmente avrò un po' più di soldi e comunque ho trovato delle offerte che temevo sparissero. Però non mi pare che questi acquisti fossero cose che dovevi per forza prendere adesso, no?

200 € per un viaggio sono tanti, ma Loro in Italia è una cosa che chissà quando tornerà, come io ho speso 80 € per un concerto degli U2 che non ricapiterà prima di un anno se va bene...

Dai, ricomincia a metterli da parte che si fa un mini-raduno, mi è venuta voglia di farci un giro :P

Xa

Elikrotupos ha detto...

Veramente sono 400 euro, e comunque non sono proprio "tanti", dato che è praticamente una vacanza di 5-7 giorni (spesi esattamente 400 euro per andare alla fiera del fumetto di Lucca, inclusi i folli acquisti in fumetti). E poi, oltre a Loro, è la mostra del cinema a valere la spesa, dato che è pure la prima (e per abbastanza tempo unica) volta che ci sarei andato.

Poi per un miniraduno servono ovviamente meno soldi, ma il problema non è quello, è che proprio non mi muovo, infatti quest'anno probabilmente non vado in vacanza e resto a studiare.

Sarà per la prossima volta... senza Pixariani ;_;

valentina ha detto...

... ma come non vai a Venezia??? ;___;

Dai, almeno per il giorno di Lasseter...

Ciò non significa che io non approvi gli acquisti, eh? Anzi, il fatto che tu abbia "The Prestige" in Blu-ray mi dà un nuovo motivo per desiderare di autoinvitarmi un bel giorno a casa tua a sfruttare spudoratamente la tua attrezzatura...

però...

però...

tu DEVI essere a Venezia. Punto. E basta. E stop. Anche un solo giorno.

Lorenzo Breda ha detto...

"L'enigma dei numeri primi" è probabilmente il miglior libro di divulgazione scientifica che io abbia mai letto, per quanto non sia rivolto a gente del tutto profana.

Elena ha detto...

Appunto, come dice Valentina fai meno giorni, ma falli! Arrivi in aereo a Venezia o prendi il treno, dormi in ostello al più lontano a Padova, e 200 € ti bastano e avanzano!

Elikrotupos ha detto...

no, non posso... non devo... ma voglio.

valentina ha detto...

E allora.... FALLO.
O te ne pentirei per tutta la vita.