martedì 16 febbraio 2010

L'attesa più deprimente della mia vita

Settimana di merda. No, non per Sanremo. Quella è solo una malaugurata coincidenza.
Ma è una settimana talmente di merda, che la prospettiva migliore che ho è quella di guardare Sanremo, con buona pace dei miei propositi di boicottaggio.
Sarà una roba davvero surreale.
Senza Gialappa's ripiegherò su Macchianera.net, come consigliatomi da Gourry, il genio nell'ombra. Il tormentone che Macchianera vuole riuscire a portare sul palco è "MENTUCCIA", anagramma di quella bertuccia del nuovo direttore di Radio2, Mucciante.
Il dopofestival è su Youdem (dio Bonino...), che posso guardare solo online (ma non ha certo gli ingredienti per farsi amare... vedremo).

In tutto questo, la Rai... dov'è? Non in TV, non in radio. La Rai ci si è messa così di impegno, come al solito, a fare polemica che adesso Sanremo lo seguono TUTTI, ma non sulla Rai. Con buona pace dei soldi spesi per puttanate esclusivamente televisive che nessuno vedrà, e per commenti radio 1.0 il cui ascolto non è utile e/o divertente per nessuno che viva gli anni '10 come Dio comanda.

Parliamo un po' delle canzoni, va...
Quelle dei giovani non le ho sentite. Quelle dei Big nememno, ma ho già la mia personale classifica preventiva:
  1. Morgan
  2. Irene Grandi
  3. Enrico Ruggeri
  4. Malika Ayane
  5. Noemi
  6. Irene Fornaciari & Nomadi
  7. Arisa
  8. Simone Cristicchi
  9. Marco Mengoni
Con riserva:
  • Toto Cutugno
  • Nino D'Angelo
  • Fabrizio Moro
  • Sonohra
Squalificati con disonore misto a orrore&raccapriccio
  • Povia
  • Valerio Scanu
  • Pupo e compagniabbella
Inoltre stasera, fra gli ospiti, c'è la tanto adorata Susan Boyle. Speriamo faccia un bello spettacolino. Sarà l'unico momento (oltre al vociferato omaggio a Morgan) in cui guarderò la TV e azzittirò la webradiocronaca, tanto l'attendo.

Nessun commento: