lunedì 6 dicembre 2010

"Il vilino di Biolly"

E' da tanto (ma tanto) che non faccio un post sulle chiavi di ricerca buffe con cui gli internauti più sprovveduti sono capitati su questo blog. Il che vuol dire che è da tanto (ma tanto) che non scrivo post interessanti. Oggi però sono tornato a dare un'occhiata, e devo dire che un po' mi si è risollevato il morale.

Fino al mese scorso (ottobre) a farla da padrone erano le chiavi di ricerca riguardanti le tracce dell'esame di maturità. La maturità è un cult, mi porto dietro ancora le ricerche dell'esame di due anni fa, oltre a quello scorso. C'è gente ancora interessata a imporsi una riflessione sulla migrazione globale, la comprensione del Deuteronomio, la biblioteca ideale del buon lettore, per tacer del voyage in the dark e le bigottissime failles du numérique.
Altri cult sono le foto del concorso World Press Photo, che fralaltro è da qualche anno che purtroppo non seguo più, il finale di Lost, Sceneggiatura democratica, e (con un pizzico di orgoglio) Avatar che fa cagare.

C'è una particolare ossessione per il gorilla di montagna, protagonista di una delle foto del WPP, a cui non riesco a dare una spiegazione.

Il post su Avatar che fa schifo ammetto di averlo fatto apposta per attirare visite. Missione compiuta.

Sul finale di Lost si raccolgono gli appelli più disperati, come "capire lost", "come muoiono tutti?", o l'apocalittico "l'inizio della fine", e i più folli e irrecuperabili di tutti: "quando arrivera in italia la lost enciclopedia?" e (qui la pena mi porta al pianto) "enciclopedia lost chiarisce".

Ma a novembre il vincitore è solo lui: il Mereghetti 2011. Essendo stato l'unico blog che si torturava nell'attesa dell'uscita del dizionario più amato dagli italiani, da quando è finalmente arrivata la conferma dell'uscita le visite al blog sono schizzate come non mai.
Anche qui, ammetto di averlo fatto apposta.

Infine, volevo fare un saluto e dare un forte abbraccio al povero dislessico che ha cercato questo blog usando come chiave di ricerca "il vilino di biolly". Coraggio.

Nessun commento: