lunedì 10 ottobre 2011

Poesie e anagrammi

Tomas Tranströmer ha vinto il premio Nobel per la letteratura, primo poeta dopo un sacco di anni. Il che ci riporta a parlare di poesia. Nell'attesa che mi procuri un libro del Tranströmer, che staranno prontamente ristampando circa tutti quanti, ci deliziamo con questi poetici anagrammi che Stefano Bartezzaghi (appena approdato su Twitter, e con un nuovo libello in uscita) ha dedicato ai lavoratori in agitazione che occupano il Teatro Valle. Da qui:

L’arte, a  volte,
è trovatella.

Tra le tavole,
l’attore vale
Re o valletta
orla la vetta.

Vo’ allettare
alle trovate.
Love l’attrae.
È alto travel:
Elettra vola
(teatrale vol).


L’altero vate
volterà tela,
velerà l’atto.
Altrove tal è.


Alt al vetero!
Alt, e v’è altro
oltre al vate:
vòlte realtà,
torve lealtà.


O valle tetra!
Avrete l’alto
veto all’arte
Tollerate? Va?

È trovatella,
a volte, l’arte.
Vale lottare.
È lotta, larve!
È lotta, Ravel!